🚚 SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA ITALIA 🎁

Francesco BisazzaFrancesco Bisazza, classe 1992.

Francesco Bisazza nasce a Cittadella nel febbraio del 1992 e cresce a Vicenza. Mostra fin da piccolo un'attitudine verso il disegno e l’arte così che si iscrive al liceo artistico, luogo in cui riesce a trovare un modo personale di esprimersi. Nel 2013 si trasferisce a Brescia e frequenta sia il corso di Nuove tecnologie che quello di Pittura all’Accademia di Belle Arti Santa Giulia. Dalle prime lezioni inizia una ricerca interiore che lo allontana dai canoni accademici, inizia a sperimentare una pittura sempre più distante dalla figurazione classica.

All'inizio logico e geometrico, il suo stile muta arrivando a realizzare quadri informali e materici, sperimentando la resa di vari materiali e dei supporti di recupero. Prende il diploma di laurea in pittura nel 2018 e si iscrive al biennio in arti visive all'Accademia di Belle Arti di Venezia. La sua prima mostra avviene presso i sotterranei del palazzo ducale di Sabbioneta, per le successive si sposta prevalentemente tra i territori della Lombardia e del Veneto con qualche eccezione in Liguria. Fa esperienza collaborando con una galleria d'arte di Bibbiena (Ar), ExpArt Studio&Gallery. Infine nel marzo 2021 si diploma all'accademia e la sua produzione artistica si divide tra la realizzazione di opere pittoriche, illustrazioni digitali, tatuaggi e video.

POETICA

“Faccio sempre ciò che non so fare, per imparare come va fatto. Alla base di tutto vi è uno studio della materia. Tramite l’applicazione di strati di vari materiali ricerco l’effetto di solidità e tridimensionalità quasi a renderla un’opera scultorea. Interrogandomi sulle possibilità e potenzialità energetiche insite nella materia sono riuscito a trovare un modo per svincolarmi dall’immagine, segno geometrico e bisogno di ordine che tendo ad avere inconsciamente. Non si tratta di rendere artistica una gestualità incontrollata, ma di prendere consapevolezza dei significati ulteriori che si annidano nei materiali e nell’energia del gesto. Quando dipingo non sono cosciente di quello che sarà l’esito finale, è un percorso di presa di coscienza e di attento studio dell’equilibrio compositivo del quadro. E’ una ricerca ossessiva che porta a effettuare cambiamenti e distruzioni della stessa composizione. Attraverso gli elaborati si creano ambientazioni spaziali nella quale è l’osservatore a dover creare la storia”.

ESPOSIZIONI
  • “Diverse prospettive”, Sabbioneta (MN), 2014;
  • “Presenza”, Selvino (Bg), 2016;
  • “Visioni”, Palazzolo sull’olio (Bs), 2017;
  • “Hommage a’ ago”, Caffè letterario, Brescia, 2017;
  • “Palladio Gardesano edizione 2017”, Villa Galnica, Puegnago sul Garda (Bs), 2017;
  • “Del Moretto e dell’Anatomia / 12 restituzioni anatomiche”, facoltà di medicina, viale Europa 11, Brescia, 2018;
  • ”Incontro”, Associazione degli artisti bresciani, viacolo delle stelle 4, Brescia, 2018;
  • “Be_Different” festival be art vicenza, Cantiere delle barche 14, stradella barche 14, vicenza, 2018;
  • “Sognied enigmi”, Palazzo Ducale, Genova, 2019;
  • “Astrattismo”,, Art Luxury Milano, via P. Sottocorno 27, Milano, 2019;
  • “Next Stop”, Palazzo Zenobio, Venezia, 2019;
  • “Ambientarsi”, Spazio Arte Tolomeo, Milano, 2019.

Visualizzazione di tutti i 10 risultati

Carrello

0

Nessun prodotto nel carrello.