Giulia Rosi nasce a Ponte San Pietro (BG) il 28 luglio 1997.

Frequenta il liceo artistico Manzu’ di Bergamo e, una volta conseguito il diploma, si iscrive al corso di Pittura presso l’ Accademia di Belle Arti di Brera.

Porta a termine l’anno accademico 2018-2019 presso l’HfBK, l’Accademia di Belle Arti di Dresda, in Germania. Proprio qui nasce il suo amore per la Grafica, in particolare per l’antica arte litografica. Il laboratorio di litografia doveva essere inizialmente un corso di poche settimane che si è trasformato, grazie alla dedizione e al duro lavoro, in un percorso di un anno.

Dopo l’esperienza tedesca e la laurea triennale, torna a Milano e decide di proseguire il suo percorso accademico iscrivendosi al biennio specialistico di Terapeutica Artistica presso l’Accademia di Brera.

Ciò che della litografia ha affascinato Giulia è il fatto che sulla pietra venga riprodotto quello che verrà successivamente stampato su carta, ma il processo chimico e la manualità del lavoro non permettono mai lo stesso risultato. In questo modo ogni stampa risulta essere unica nel suo genere.

Partendo dai segni sulla pietra, delle stupende macchie informi, Giulia ha dato vita a delle figure, principalmente femminili, nate dal gesto, dall’imprevisto e dall’emotività del momento. Esse sono donne tormentate dall’inquietudine e dalla sensazione di solitudine, tipica dell’uomo moderno.

Giulia ha preso parte a diverse mostre collettive e atti performativi:

  • “Be my Guest”, a cura di Susanne Greinke, Senatsaal, presso HfBK Dresden;
  • “Das Leben ist kein Ponyhof”, a cura di Susanne Greinke, Senaatsal;
  • “LOV4VISION”, a cura di Stefano Pizzi, Centro Camo a Milano;
  • “Arte e Ambiente”, a cura di Stefano Pizzi, Palazzo Isibardi a Locate Triulzi;
  • ”Viaggio nel Paesaggio”, a cura di Angelo Falmi, Palazzo Triulzo a Milano;
  • "Ginters-Dorfen Klassen", a cura dell’Ifuz, Kampnagel Theater, Amburgo;
  • "Down by the Water", a cura dell’ HfBK Dresden durante il Tanz Congress, Dresda.
Filtri Attivi Cancella Filtri