Ilaria Carabba è nata il 28 febbraio 1995 a Ortona, in provincia di Chieti.

Sin da bambina ha mostrato interesse e capacità nella pittura e nel disegno che l’hanno portata a iscriversi al Liceo Artistico G. Misticoni di Pescara. Nel 2014 consegue il diploma di maturità e nello stesso anno decide di iscriversi all’Accademia di Belle Arti di Firenze dove nel 2018 riceve il diploma di laurea in Pittura. Proseguendo il suo percorso formativo a Milano, attualmente frequenta il biennio magistrale di Pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera.

Riguardo i PAESAGGI:
“Ho bisogno di liberarmi nella pittura. Il paesaggio è solo un argomento di passaggio: una fortuita visione che la pittura impersona nel colore. È proprio attraverso il colore che riesco a suggerire l'argomento dell'opera prima che questa si palesi in qualità di natura. Costruire un'immagine significa aprire una parentesi su una dimensione che, lungi dall'esse una fedele rappresentazione, sia un veicolo di impressioni. I miei dipinti sono specchi di una pittura conscia di un mio immaginario.”

Riguardo i BRANI:
“L'attimo di ricerca artistica non cessa nell'opera compiuta, ma perpetua se stesso in un discorso aperto che attraverso uno sguardo contemplativo della natura spoglia il colore di ogni forma, e con la sua distruzione, si fa traccia. La pittura attraverso il paesaggio offre una rappresentazione partecipata dell'impero della natura che manifesta se stessa nella compiutezza dei dettagli - reali e tangibili - di un mondo immaginario, sotteso e lontano. Distante nel tempo, simulacro pieno della sua stessa assenza. L'inquietudine di una veduta piena di sé ed empia di collocazione nel presente rompe gli elementi del visibile e si rinnova. Il segno pittorico esce dal paesaggio e si fa così traccia, elemento narrativo di un'opera aperta.”

Filtri Attivi Cancella Filtri