Terrix, classe 1996.

Fabio Riccio in arte Terrix nasce a Ferrara il 5 Luglio 1996.
Sin da piccolo dimostra di possedere doti artistiche iniziando a suonare la chitarra e successivamente scrivendo canzoni proprie, ritrovando nell’arte una serenità e una via di fuga dalla frustrazione.
La sua pittura nasce dalla scoperta di poter dare una rappresentazione visibile delle proprie emozioni, persino le più intime, altrimenti difficilmente spiegabili e condivisibili.
Ogni opera è puramente istintiva e risente delle influenze di artisti quali George Condo, Francis Picabia, Samuel Palmer e Jackson Pollock.

POETICA

“Penso che dipingere sia rendere visibile a chiunque un’emozione. Ogni opera che concepisco è una rappresentazione di quello che provo e sento in quel preciso istante.
Il mio modo di approcciarmi alla pittura è estremamente fisico, è come se entrassi dentro al dipinto, posso interagire con la tela in maniera più violenta o gentile a seconda di come mi sento in quel momento.
La particolarità della mia arte è che ogni quadro ha la possibilità di essere letteralmente bevuto, così che chi lo guarda possa provare e sentire fisicamente le emozioni che al momento della creazione mi travolgevano.
Ogni opera ha un drink abbinato che la descrive dettagliatamente.
Voglio che la mia arte non si limiti solo all’essere osservata ma mi piace l’idea che grazie ad essa chiunque possa vivere un’esperienza”.

 

 

Visualizzazione di tutti i 5 risultati

Carrello

0

Nessun prodotto nel carrello.